Una realtà consolidata nell’offerta di prestazioni sanitarie rivolte all’utenza della città fin dal 1935.

 

Chi siamo

La Casa di Cura Privata “Città di Rovigo” rappresenta una realtà consolidata nell’offerta di prestazioni sanitarie rivolte all’utenza della città fin dal 1935.

Nel corso degli anni passati la C.d.C. ha costantemente aggiornato le attività svolte, modulandole sulle esigenze del territorio coerentemente con le politiche sanitarie della Regione Veneto e dell’Azienda ULSS di Rovigo; questo ha comportato la transizione da una struttura medico-chirurgica ad una medico-riabilitativa per giungere all'attuale che avrà, in coerenza con la DRGV 2122/2013, vocazione Riabilitativa con una piccola sezione di Chirurgia (Week-Surgery e Day Surgery multisdisciplinare).

Evoluzione demografica e ampliamento dell'offerta

L’evoluzione demografica del contesto in cui opera, col miglioramento della qualità di vita e l’allungamento della vita media della popolazione residente, ha spinto la C.d.C. ad ampliare l’offerta anche nell'ambito sociale con la realizzazione di un Centro Residenziale per l’accoglienza di Anziani con i problemi propri di questa età.

La decisione di ampliare l’offerta anche in ambito sociale ha rappresentato una sfida per l’Azienda che ha comportato scelte importanti, anche da un punto di vista degli investimenti finanziari, culminate nella decisione di raggruppare in un unico fabbricato due strutture a differente funzione: nasce così la “Città di Rovigo” S.r.l.

Questa scelta, unica nel panorama rodigino, permette l’integrazione di funzioni che comportano un indiscutibile beneficio per gli ospiti anziani della residenzialità extra-ospedaliera; la disponibilità in loco di prestazioni di laboratorio, radiologia e ambulatori specialistici medico-chirurgici si riflette in un elevato standard di sicurezza per gli ospiti e nell'eliminazione del disagio che comporta l’effettuazione di prestazioni specialistiche che, se richieste, richiedono inevitabilmente il trasporto all'esterno dell’ospite.

La ricettività complessiva dell’intera struttura è perciò di 220 posti letto che coprono una offerta che spazia in tutti gli ambiti legati alla disabilità temporanea o definitiva che preveda soluzioni di restituzione della persona al proprio nucleo familiare o a contesti di differente reinserimento, quali le soluzioni di residenzialità protetta.

In tal modo la vocazione ospedaliera e riabilitativa di presa in carico dei pazienti si arricchisce e si perfeziona attraverso l’interazione con i servizi socio-sanitari territoriali per raggiungere quella “piena integrazione” che la Programmazione Regionale ha assegnato alla “Città di Rovigo”.